“Music, once admitted to the soul, becomes a sort of spirit, and never dies." (Edward Bulwer Lytton)

© 2019 Blue Spiral Records s.r.l.s. All rights reserved except specific authorization.

  • Black Icon iTunes
  • Black Icon Spotify
  • Black Icon Amazon

“Dalle profondità della pampa nascoste da cemento e metalli, quelle melodie si alzano e vanno al fiume. Attraversano la città, tutti vestiti d'argento, che spuntano tra ombre e luci, tra treni e persone, tra il nulla e il fiume. E dal fiume, che largo come il mare veglia su di noi, altre melodie arrivano e si uniscono come quelle. E così in questa parte del mondo, dove la lotta è legge, ci sediamo per ascoltare quale caos e morte non possono tacere.”
Con questo testo si apre il disco d’esordio del pianista e compositore argentino Lionel Scardino, giovane autore dal talento genuino che grazie a un lavoro di sintesi e sperimentazione elettronica pone il pianoforte al centro del suo viaggio musicale. Cronache eteree, fatte di suoni rarefatti, a volte distorti. Sezioni strumentali microscopiche che si ripetono tessendo trame minimal ma intense. Ci sono influenze percepibili, soprattutto dal mondo modern classical europeo, ma c’è una voce forte dietro, quella di un compositore in piena ricerca espressiva.

 

Credits
Pianoforte, registrazione e master: Lionel Scardino

Post-produzione: BSR Studio
Progetto grafico: BeatArt

 

0
  • Black Facebook Icon
  • Black YouTube Icon
  • Black Instagram Icon
  • Nero Twitter Icon